La primavera porta con sé non solo fiori e colori, ma anche la depressione stagionale che, a tradimento, potrebbe colpire anche te. Scopri cos’è, come riconoscerla e come affrontarla.

Con l’arrivo della bella stagione, la maggior parte delle persone si aspetta di sentirsi felice e piena di energia. Eppure, ad alcuni accade proprio il contrario e sperimentano quella che viene definita “depressione stagionale in primavera”, che porta un senso di tristezza e sconforto, subdolo e indefinito.

Questo disturbo può avere un impatto significativo sulla qualità della vita, quindi, vale senz’altro la pena capire nel dettaglio di cosa si tratta, quali sono i sintomi e come combatterli.

Pensi di poter essere un soggetto a rischio o stai già sperimentando i primi sintomi della depressione stagionale? Allora continua a leggere e scopri come combatterla.

I sintomi della depressione stagionale in primavera

Se quando arriva la bella stagione ti capita di sentirti stanco, avvilito e sconfortato, sappi che sei in buona compagnia. Molti individui, infatti, è proprio in primavera che sperimentano un calo dell’umore e una vasta gamma di sintomi, che possono variare di numero e intensità. I sintomi della depressione primaverile da tenere d’occhio sono: 

  • Tristezza persistente o senso di disperazione
  • Perdita di interesse o piacere nelle attività solitamente gradite
  • Stanchezza e mancanza di energia
  • Cambiamenti nell’appetito
  • Problemi di concentrazione e difficoltà a prendere decisioni
  • Problemi di sonno, come insonnia o eccessiva sonnolenza
  • Sentimenti di colpa o di inutilità

Presi da soli, potrebbero sembrare poca cosa, ma soprattutto quando compaiono nello stesso momento, possono interferire con la tua vita quotidiana, svuotandoti di energia e costringendoti ad una vita isolata e priva di stimoli. Ma per quale motivo la depressione in primavera colpisce alcune persone e non altre?

Cause e fattori di rischio

Premesso che le cause della depressione stagionale in primavera non sono ancora state definite con precisione, gli esperti ritengono che esistono alcuni fattori specifici che possono contribuire allo sviluppo di questa condizione.

Tra questi, il cambiamento nella quantità di luce solare occupa di sicuro una posizione rilevante. Quando arriva la primavera, infatti, l’aumento delle ore di luce può influenzare i ritmi circadiani e la produzione di melatonina, l’ormone che regola il sonno e l’umore, sconvolgendo l’equilibrio emotivo dei soggetti più sensibili. Inoltre, sempre a causa della maggior esposizione alla luce, il corpo inizia a produrre più serotonina, che in quantità eccessive finisce con il provocare ansia, irritabilità ed irrequietezza.

Per quanto riguarda i fattori di rischio, invece, per capire se rischi di poter soffrire di depressione stagionale in primavera, ti basterà guardare alla tua storia familiare, poiché se hai già un fratello o un genitore che ne soffre, è molto probabile che, prima o poi, ne soffrirai anche tu.

È anche interessante notare che è stata registrata una notevole differenza fra i sessi: se infatti è vero che le donne sono maggiormente soggette al disturbo, è altrettanto vero che gli uomini, quando ne soffrono, sperimentano sintomi molto più intensi.

E se adesso ti stai chiedendo se esistono rimedi per la depressione stagionale, sappi che la risposta è sì: dovrai solo adottare la strategia che meglio si adatta al tuo stile di vita.

Strategie per combattere la depressione stagionale

Se con l’arrivo della bella stagione inizi a soffrire di depressione primaverile, devi correre subito ai ripari. Ecco, dunque, qualche utile consiglio per allontanare ansia e tristezza e ritrovare la gioia di vivere, anche in primavera.

  • Fai esercizio fisico – l’attività fisica regolare, lo sai anche tu, fa bene sempre, ma soprattutto quando devi combattere la depressione stagionale in primavera. Anche una breve passeggiata giornaliera, infatti, contribuisce al miglioramento dell’umore, ma se non hai voglia di uscire, pianifica dei semplici esercizi da fare in salotto, magari con l’aiuto di un’aAPP per la ginnastica in casa.
  • Segui un’alimentazione equilibrata – seguire una dieta sana ed equilibrata può influenzare positivamente il tuo umore e, soprattutto, aiutarti a combattere quel vago senso d’inappetenza che accompagna la depressione primaverile. Assicurati, dunque, di introdurre cibi ricchi di nutrienti come frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre, nonché di bere molta acqua, evitando alcol e caffeina.
  • Pianifica una routine – se soffri di depressione stagionale, in primavera soprattutto, uno dei primi sintomi che avvertirai sarà la mancanza di energia. Avrai pochissima voglia di renderti attivo, quindi è importante pianificare una routine ferrea e ben strutturata, con la quale impegnarti a non rimandare a domani ciò che puoi fare oggi.
  • Gestisci lo stress – lo stress può peggiorare i sintomi della depressione stagionale in primavera, quindi contenerlo è un imperativo. L’ideale sarebbe praticare dello yoga e della meditazione, ma in alternativa, andrà bene anche tenere un diario, nel quale sfogare i tuoi stati d’animo. 

Tieni presente che questi sono solo dei consigli e che non sarà necessario metterli in pratica tutti. Al contrario, ce n’è uno che vale, invece, per chiunque soffra di depressione stagionale: non rimanere da solo. Anche se non hai voglia di socializzare, ricorda che niente come un paio d’ore con famigliari o amici può farti tornare il sorriso che hai smarrito con l’arrivo della primavera.

Se poi pensi di non potercela fare da solo, chiedi l’aiuto di un professionista. Iscriviti gratuitamente a MySanitek, piattaforma innovativa che mette al centro le esigenze dei pazienti, e chiedi un consulto. Perché rovinarti l’arrivo della bella stagione, quando puoi vincere la depressione stagionale primaverile con un aiuto qualificato?

La tua salute sarà presto nel palmo della tua mano!

"Un nuovo modo innovativo di vivere l'esperienza digitale è in arrivo. Stiamo lavorando per dare vita alla nostra APP! Non vediamo l'ora di condividerla con te!"

med app