Informazioni per i viaggiatori

Informazioni sulle vaccinazioni in Svizzera

0844 448 448

Scopri le particolarità e le informazioni importanti di ogni Paese. 

 

Argentina
Australia
Bosnia e Erzegovina
Brasile
Bulgaria
Canada
Capo Verde
Cile
Cina
Cipro
Colombia
Costa Rica
Croazia
Cuba
Ecuador
Egitto
Emirati Arabi Uniti
Etiopia
Filippine
Francia
Germania
Giamaica
Giappone
Grecia
Haiti
India
Irlanda
Islanda
Italia
Kenya
Malaysia
Maldive
Malta
Marocco
Messico
Nepal
Nuova Zelanda
Oman
Paraguay
Perù
Portogallo
Qatar
Regno Unito
Repubblica Dominicana
Romania
Russia
Senegal
Serbia
Singapore
Slovenia
Spagna
Stati Uniti
Sud Africa
Thailandia
Turchia
Ucraina
Ungheria
Venezuela
mappa

se desideri viaggiare, fallo in modo informato e consapevole

Informazioni utili per viaggiare sicuri

Infoline vaccinazioni: 0844 448 448

(Consulenza gratuita, costo di una chiamata in area interurbana svizzera)

Va ricordato che per il trasporto aereo e l’ingresso in alcuni Paesi di determinati dispositivi medicali e/o farmaci necessari per il trattamento di condizioni morbose croniche è necessario il rilascio, da parte di un medico preposto, di un apposito certificato da ottenersi prima della partenza.
Esempi di alcuni certificati da procurarsi prima della partenza se presenti specifiche condizioni di salute: 

  • Esenzione dalla vaccinazione per la Febbre Gialla (per paesi che la richiedono obbligatoriamente).
  • Certificato che attesti la necessità di trasportare alcuni dispositivi medicali (per es. siringhe)
  • Certificato che attesti il bisogno del viaggiatore di assumere determinati farmaci (in caso di patologie croniche che richiedano terapie continue)

Alcuni stati richiedono ai viaggiatori la certificazione attestante la negatività degli anticorpi per il virus dell’AIDS (HIV), ma soltanto a coloro che si propongono di risiedere a lungo sul loro territorio, per ragioni di lavoro o di studio.

Se si decide di viaggiare in Europa è necessario portare con sé la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), che è stata consegnata a domicilio a tutti i cittadini italiani. Questo documento darà diritto, nei paesi della Comunità Europea ed in Svizzera, all’assistenza sanitaria gratuita, cioè, in caso di necessità, ad usufruire delle stesse prestazioni (visite mediche, ricoveri ospedalieri, ecc.) previste per i cittadini del paese visitato.

Come già indicato, molti paesi richiedono, quale condizione per accedere sul loro territorio, il Certificato di Vaccinazione contro la Febbre Gialla (Vaccinazione anti-amarillica); notizie in merito possono essere assunte presso gli ambulatori di medicina dei viaggi.

Passaporto/carta d’identità

Ai viaggiatori diretti all'estero si consiglia di munirsi sempre di passaporto, con validità residua ed eventuale visto richiesti dal Paese di destinazione (informarsi al riguardo presso il competente Ufficio diplomatico-consolare svizzero o italiano o con il proprio agente di viaggio).

Il passaporto resta infatti il principale documento per le trasferte oltre confine, poiché universalmente riconosciuto, mentre non sono molti i Paesi che accettano la carta d’identità valida per l’espatrio.
In particolare, si segnala che alcuni Paesi ancora non accettano la carta d’identità elettronica e, pertanto, si consiglia di verificare con le Ambasciate o gli Uffici Consolari dei Paesi di destinazione se il predetto documento di viaggio è accettato.
A tale proposito si comunica che spesso comportano notevoli disagi (fino al respingimento in frontiera) le carte d’identità in formato cartaceo, ed inoltre  la ricevuta della Carta di Identità Elettronica (CIE) non è utilizzabile come documento di viaggio, ma unicamente come documento di identificazione all’interno del territorio nazionale.

I cittadini italiani che si spostano all'interno degli stati dell'Unione Europea, della Svizzera, della Norvegia, Islanda e Liechtenstein e dei Paesi con cui sono state stipulate apposite convenzioni, possono fruire dell'assistenza sanitaria diretta presentando la documentazione prevista dai Regolamenti comunitari o dai singoli accordi. Negli altri Paesi in cui non viga un'apposita convenzione bilaterale l'assistenza sanitaria non è fornita a titolo gratuito. Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale raccomanda caldamente, nel loro stesso interesse, a tutti coloro che sono in procinto di recarsi temporaneamente all’estero di munirsi della Tessera europea assicurazione malattia (TEAM), per viaggi in Paesi dell’UE, o, per viaggi extra UE, di un’assicurazione sanitaria con un adeguato massimale, tale da coprire non solo le spese di cure mediche e terapie effettuate presso strutture ospedaliere e sanitarie locali, ma anche l’eventuale trasferimento aereo in un altro Paese o il rimpatrio del malato, nei casi più gravi anche per mezzo di aeroambulanza.

 

In caso di viaggi turistici organizzati, si suggerisce di controllare attentamente il contenuto delle assicurazioni sanitarie comprese nei pacchetti di viaggio e, in assenza di garanzie adeguate, si consiglia di stipulare polizze assicurative sanitarie individuali. 

 

E’ infatti noto che in numerosi Paesi gli standard medico-sanitari locali sono diversi da quelli europei, e che spesso le strutture private presentano costi molto elevati per ogni tipo di assistenza, cura o prestazione erogata. 

 

Occorre ricordare che le Rappresentanze diplomatico-consolari, pur fornendo l’assistenza necessaria, non possono sostenere nè garantire pagamenti diretti di carattere privato; soltanto nei casi più gravi ed urgenti, esse possono concedere ai connazionali non residenti nella circoscrizione consolare e che versino in situazione di indigenza dei prestiti con promessa di restituzione, che dovranno essere, comunque, rimborsati allo Stato dopo il rientro nel Paese.

Per ottenere informazioni di carattere generale sull’assistenza sanitaria all’estero, si rinvia al sezione "Se Parto per..." del Ministero della Salute, dove è possibile reperire informazioni circa il diritto di usufruire o meno dell'assistenza sanitaria. 

Nel sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization) si possono trovare informazioni sulle maggiori epidemie in atto nel mondo, sui paesi più a rischio di contagio ed il continuo aggiornamento del numero di casi per Paese (in inglese)

Disease Outbreak News

Soprattutto nel caso di viaggi in paesi con bassa qualità dei servizi sanitari e durante viaggi in aree remote, è sempre utile portare con se un selezione di farmaci e dispositivi medicali per far fronte a situazione in cui l’accesso ai servizi sanitari possa risultare difficile per motivi logistici o per l'assenza degli stessi. La scelta dei prodotti dipende dalle caratteristiche del viaggio e dalla salute del singolo viaggiatore. La scelta dei farmaci dovrebbe essere sempre discussa con il medico curante e i viaggiatori dovrebbero acquisire familiarità con le caratteristiche, le indicazioni e le controindicazioni dei prodotti. Le istruzioni per l’uso devono essere sempre conservate nella confezione.

 

Contenuto di una farmacia da viaggio

Articoli di pronto soccorso

  1. Cerotti
  2. Disinfettanti
  3. Bende
  4. Guanti monouso
  5. Detergente per le mani (contenente almeno il 60% di alcol) o salviette antibatteriche per le mani
  6. Acqua ossigenata
  7. Repellenti
  8. Trattamenti per punture da insetto
  9. Gel astringente al cloruro di alluminio per contatti con meduse
  10. Protezione solare
  11. Semplici analgesici come paracetamolo
  12. Materiale sterile
  13. Termometro
  14. Pinzette
  15. Colliri umettanti
  16. Una zanzariera
  17. Preservativi
  18. Disinfettanti/filtri  per l’acqua
  19. Soluzioni minerali orali reintegranti
  20. Calze elasto-compressive (se fattori di rischio DVT)

Farmaci

  1. Un antibiotico ad uso topico intestinale  (paromomicina, neomicina, etc)
  2. Un antibiotico a largo spettro (amoxicillina-clavulanato, ciprofloxacina, levofloxacina, etc)
  3. Polvere o creme antifungine/antibiotiche
  4. Crema con Idrocortisone 1%
  5. Farmaci antimalarici
  6. Pomate o compresse anti-istaminiche
  7. Siringhe sterili ed aghi
  8. Pomata oftalmica antibiotica (es. tobramicina)
  9. Pomata antiistaminica e/o cortisonica per scottature o punture di insetto
  10. Antiacidi
  11. Antidiarroico (es. loperamide)
  12. Farmaci abitualmente assunti (accompagnati da lettera del medico curante)
  13. Blando lassativo
  14. Anticinetosici
  15. Farmaci anticoagulati (Se fattori di rischio DVT)

Forniture mediche

  1. Occhiali
  2. Bracciale o collana di allerta medica
  3. Forniture per test del diabete
  4. Insulina
  5. inalatori
  6. EpiPens

Condividi questa pagina con i tuoi contatti

La tua salute sarà presto nel palmo della tua mano!

"Un nuovo modo innovativo di vivere l'esperienza digitale è in arrivo. Stiamo lavorando per dare vita alla nostra APP! Non vediamo l'ora di condividerla con te!"

med app