Chikungunya

La chikungunya è una malattia virale trasmessa dalle zanzare, causata dal virus chikungunya (CHIKV), appartenente alla famiglia Togaviridae. La malattia è endemica in Africa, Asia, Europa e nelle Americhe, ed è caratterizzata da epidemie sporadiche con sintomi debilitanti.

Cause

La chikungunya è causata dal virus chikungunya, che viene trasmesso all’uomo principalmente attraverso le punture di zanzare infette del genere Aedes, in particolare Aedes aegypti e Aedes albopictus. Il ciclo di trasmissione inizia quando una zanzara punge una persona infetta, ingerendo il virus insieme al sangue. Il virus si replica all’interno della zanzara e, dopo un periodo di incubazione, la zanzara infetta può trasmetterlo ad altre persone attraverso le sue punture. La trasmissione verticale (da madre a figlio durante la gravidanza o il parto) e attraverso trasfusioni di sangue infetto sono possibili ma meno comuni.

Chikungunya

Sintomi

I sintomi della chikungunya di solito compaiono entro 4-8 giorni dalla puntura di una zanzara infetta, ma il periodo di incubazione può variare da 2 a 12 giorni. La malattia si manifesta con febbre alta improvvisa, accompagnata da forti dolori articolari, che possono essere debilitanti. Questi dolori sono spesso simmetrici e colpiscono le mani, i polsi, le caviglie e i piedi. Altri sintomi comuni includono cefalea, dolori muscolari, eruzione cutanea e affaticamento.

Sebbene la maggior parte delle persone si riprenda completamente entro una settimana, in alcuni casi i dolori articolari possono persistere per mesi o addirittura anni.

La chikungunya raramente è fatale, ma i sintomi possono essere gravi e debilitanti, soprattutto nei neonati, negli anziani e nelle persone con condizioni mediche preesistenti.

Diagnosi

La diagnosi di chikungunya si basa su una combinazione di valutazione clinica, storia epidemiologica e test di laboratorio. I test sierologici possono rilevare anticorpi IgM e IgG specifici contro il virus chikungunya, mentre la reazione a catena della polimerasi (PCR) può rilevare direttamente il virus nel sangue durante la fase acuta dell’infezione. L’emocromo completo può rivelare segni di infezione virale, come una riduzione del numero di globuli bianchi (leucopenia) e piastrine (trombocitopenia).

Chikungunya zanzare

Trattamento

Non esiste un trattamento specifico antivirale per la chikungunya. La gestione della malattia si basa sul trattamento sintomatico e sul supporto clinico. È importante mantenere una buona idratazione bevendo molti liquidi per prevenire la disidratazione. Gli analgesici, come il paracetamolo, possono essere utilizzati per alleviare la febbre e i dolori articolari. Tuttavia, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’aspirina e l’ibuprofene, devono essere evitati a causa del rischio di sanguinamento. Nei casi di dolore articolare persistente, possono essere prescritti farmaci antinfiammatori o fisioterapia per migliorare la mobilità e ridurre il dolore.

Prevenzione

La prevenzione della chikungunya si basa principalmente sul controllo delle zanzare e sulla prevenzione delle punture.

  • Utilizzare zanzariere trattate con insetticidi durante il sonno e indossare abiti a maniche lunghe e pantaloni lunghi nelle aree infestate dalle zanzare.
  • Applicare repellenti per insetti contenenti DEET, picaridina o olio di eucalipto limone sulla pelle esposta per ridurre il rischio di punture.
  • Eliminare i siti di riproduzione delle zanzare, come i contenitori d’acqua stagnante, coprendo, svuotando o trattando questi luoghi con insetticidi appropriati.

Attualmente non esiste un vaccino approvato per la prevenzione della chikungunya, rendendo le misure di controllo vettoriale e la prevenzione dalle punture di zanzara essenziali per ridurre il rischio di infezione.

Facebook
LinkedIn
X
WhatsApp
Email

La tua salute sarà presto nel palmo della tua mano!

"Un nuovo modo innovativo di vivere l'esperienza digitale è in arrivo. Stiamo lavorando per dare vita alla nostra APP! Non vediamo l'ora di condividerla con te!"

med app