Se anche tu soffri di endometriosi, dovresti porti il problema dell’aumento di peso, poiché anche se potrà sembrarti strano, diversi studi hanno accertato che è proprio così: sovrappeso ed endometriosi sono intimamente collegati. Ovviamente questo non significa che il sovrappeso sia l’unica causa dell’endometriosi, ma è di certo un fattore importante, che va tenuto sotto controllo.

Ma entriamo nel vivo della questione, iniziando a capire cos’è l’endometriosi e in che modo l’aumento di peso può concorrere all’insorgenza e all’aggravarsi di questa malattia.

Cos’è l’endometriosi

L’endometriosi è una patologia che coinvolge il sistema riproduttivo e si verifica quando il tessuto che riveste l’interno dell’utero, chiamato endometrio, cresce in modo anomalo. Come si manifesta? In diversi modi.

Potresti anche non notare alcun sintomo, ma alcune donne con endometriosi sperimentano un intenso dolore pelvico durante il ciclo mestruale, fastidio durante i rapporti sessuali e, in molti casi, sperimentano notevoli difficoltà a rimanere incinta. L’aspetto curioso è che l’intensità del dolore, però, non è sempre un indicatore affidabile della gravità della condizione: alcune donne con endometriosi lieve, infatti, possono provare dolori molto acuti, mentre altre, con endometriosi avanzata, potrebbero addirittura non presentare alcun sintomo.

Un altro aspetto insolito dell’endometriosi è che la causa esatta della patologia non è nota. O meglio, alcuni ricercatori pensano che possa essere legata a un processo chiamato mestruazione retrograda, in cui il sangue, invece di lasciare il corpo, fluisce all’indietro attraverso le tube di Falloppio. Altri suggeriscono, invece, che potrebbe derivare da una condizione genetica, mentre altri ancora ritengono che la causa vada ricercata nel sistema immunitario, che non funziona correttamente. Sono tutti piuttosto concordi, invece, nel sottolineare che il sovrappeso sia un notevole fattore di rischio.

In che modo l’aumento di peso incide sull’endometriosi?

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’OMS, il sovrappeso è diventato una vera e propria piaga dell’umanità, che oggi coinvolge ben 300 milioni di persone, che soffrono di obesità conclamata. E questo non è un problema che attiene solo all’estetica, anzi. Il vero problema è che il sovrappeso incide sul funzionamento di diversi organi, compromettendone le funzionalità. Infatti, l’aumento dell’IMC, ovvero l’Indice della Massa Corporea, è considerato un vero e proprio parametro in base al quale poter prevedere l’insorgenza di malattie croniche e tumorali, tra cui anche l’endometriosi.

Questo accade per una ragione ben precisa. Il tessuto adiposo, infatti, è considerato uno degli organi endocrini più estesi del corpo, che oltre ad essere una riserva di trigliceridi, produce diverse proteine chiamate adipochine, la cui funzione è la regolazione dei processi infiammatori.

Va da sé, quindi, che l’aumento di peso, in particolare del grasso viscerale, comporta una importante disfunzione del tessuto adiposo, che aumentando la produzione di estrogeni, contribuisce alla proliferazione delle cellule coinvolte nella formazione del tessuto endometriale ectopico. Ecco, quindi, che il controllo del peso assume un’importanza vitale, sia nella prevenzione dell’endometriosi, sia nel contenimento della patologia.

Come perdere peso se soffri di endometriosi

La connessione tra sovrappeso ed endometriosi è quindi un dato di fatto e già questo dovrebbe convincerti a seguire un percorso idoneo al contenimento del peso, soprattutto se già soffri di endometriosi.

Se sei affetta da questa condizione, probabilmente sei già consapevole di quali sono i cibi da evitare: fritti, salumi, grassi saturi, zuccheri, latticini, alimenti raffinati e soprattutto carni rosse dovrebbero essere eliminati del tutto dalla dieta o, quantomeno ridotti al minimo.

Tuttavia, anziché focalizzarti esclusivamente su cosa escludere dalla tua alimentazione, farai meglio a concentrarti sugli alimenti che, invece, aiutano a gestire l’infiammazione dell’endometrio e, allo stesso tempo, a controllare il tuo peso. Ad esempio, i cereali integrali come farro, miglio, orzo, riso integrale e grano saraceno possiedono proprietà importanti, che concorrono nel ridurre l’infiammazione dell’endometrio e nel favorire una migliore digestione. Ma, soprattutto, contribuiscono alla riduzione degli estrogeni circolanti nel sangue, aiutando la gestione dell’endometriosi.

Inoltre, soprattutto se sei disposta ad eliminare le carni rosse dai tuoi pasti, ricordati di integrare la dieta con legumi come ceci, fagioli, lenticchie e piselli, che rappresentano una valida alternativa come fonti di proteine. Non dimenticare, poi, di assicurarti un buon apporto di Omega 3, che svolgono un ruolo fondamentale nel controllo dell’endometriosi. Li trovi nel pesce azzurro, nei semi di lino, nella frutta secca e negli avocado. Se non ami il pesce, considera l’idea di integrare questi nutrienti assumendo integratori.

Per quanto riguarda i condimenti, invece, il consiglio più spassionato è quello di abolire del tutto il burro in cucina, in quanto alimento troppo grasso. Piuttosto, preferisci l’olio extra vergine di oliva e, se ti piacciono i sapori alternativi, insaporisci i tuoi piatti con le spezie, in special modo con cannella, curcuma e zenzero.

Curare la tua alimentazione, però, non ti servirà a tenere sotto controllo l’endometriosi. Per contenere l’aumento del peso, infatti, è importante seguire uno stile di vita sano ed attivo. Non è detto che tu debba iscriverti in palestra, ma una passeggiata al giorno, fosse anche solo per andare a comprare il pane, ti aiuterà ad evitare il sovrappeso e a gestire in modo più efficiente la patologia.

Rimane inteso, però, che l’endometriosi è una malattia insidiosa e che, per questo motivo, va tenuta sotto stretto controllo medico. Se hai dubbi o domande, rivolgiti con fiducia ai medici di mySanitek.com: loro sapranno spiegarti per filo e per segno di cosa si tratta e, soprattutto, fornirti tutto il supporto necessario per un’eventuale diagnosi o per le cure da seguire.

La tua salute sarà presto nel palmo della tua mano!

"Un nuovo modo innovativo di vivere l'esperienza digitale è in arrivo. Stiamo lavorando per dare vita alla nostra APP! Non vediamo l'ora di condividerla con te!"